Attenzione Cookies are used on this site to provide the best user experience. If you continue, we assume that you agree to receive cookies from this site. OK

A.D. Rattray

A.D. Rattray

https://www.adrattray.com/

Andrew Dewar Rattray fonda nel 1868, a Glasgow, la sua attività di importatore di prodotti alimentari: olio d’oliva dal sud Europa, vino dalla Francia, rum dalla Jamaica... e whisky Scozzese, di cui diventa anche blender.

Ottenuta la distribuzione locale di Stronachie, distilleria delle Highlands al confine tra Perthshire e Kinross-shire, l’attività di Andrew prosegue anche dopo la sua morte, nel 1911, e nelle mani della famiglia Walker Morrison si interrompe solo nel 1949.

Oltre quarant’anni dopo Tim Morrison, rampollo della stessa famiglia proprietaria di Bowmore tra il 1963 e il 1989, acquista il marchio A.D. Rattray nel 1993 dalla zia: è però solo nel 2002 che l’azienda riprende davvero vita, con il lancio di Stronachie, un single malt distillato a Benrinnes, con l’esplicita volontà di riportare in vita lo storico marchio legato all’antica attività familiare. Due anni dopo, nel 2004, nasce la A.D. Rattray Cask Collection, con la prima serie di single cask messi sul mercato. Nel 2018, l’azienda ha celebrato i 150 anni di attività, e il figlio Andrew si occupa sempre più da vicino di tutte le operazioni legate al marchio.

Focus principale di A.D. Rattray è la selezione e l’imbottigliamento di singoli barili di single malt scotch whisky, accuratamente selezionati dal Managing Director Nick White fino al 2021, quando è tragicamente venuto a mancare: ora il suo posto è stato assunto da Thomas Boyde, che si occupa anche dell’approvvigionamento dei nuovi barili e della gestione dei magazzini. L’offerta commerciale di A.D. Rattray è composta da due serie principali, Cask Collection e Vintage Cask Collection, dedicata alle selezioni di whisky più raro e invecchiato: si tratta sempre di whisky non colorato, non filtrato a freddo e messo in vetro alla sua gradazione naturale. Ogni anno vengono messi sul mercato quattro rilasci, ciascuno con meno di una decina di imbottigliamenti in edizione necessariamente limitata. Oltre a ciò, vi sono appunto Stronachie (sourced whisky da Benrinnes) e altri tre marchi già affermati: Cask Islay, single malt di una distilleria non dichiarata di Islay e torbato a 35 ppm, Cask Orkney, edizione limitata di whisky leggermente torbato di una distilleria sconosciuta (…) delle Orcadi invecchiato per 18 anni, e Cask Speyside, single malt di distilleria non dichiarata dello Speyside, in diverse versioni.

Nel 2012, Andrew Morrison lancia un’ulteriore sfida: riportare la distillazione di scotch whisky nella città di Glasgow. Dopo qualche anno di rallentamenti dovuti a questioni burocratiche e tecniche legate alla delicata posizione della distilleria, nel 2016 nasce la Clydeside Distillery, situata nella splendida cornice della Pump House, nel Queen’s Dock di Glasgow. Questa era una centrale elettrica, che forniva energia per muovere il ponte che chiudeva il porto commerciale di Glasgow, e curiosamente era stata progettata dal bisnonno dello stesso Tim Morrison. La produzione ha avuto inizio il 6 novembre 2017. L’obiettivo era di produrre un single malt delicato e fruttato, ma più vicino allo stile dello Speyside che non a quello delle Lowlands, intendendo così celebrare il passato commerciale della città attraverso il profilo aromatico. L’ampio visitor centre, già diventato un’importate attrazione turistica nella città, offre anche un suggestivo compendio della storia della distillazione a Glasgow.

Non esistono prodotti in questa sezione